Contenuto principale

pon

Per aiutare il Nepal

Come e' noto il Nepal e' stato colpito da un fortissimo terremoto, ed anzi le scosse non sono ancora cessate del tutto. Il paese, già in grande difficoltà , e' stato distrutto sia nelle sue bellezze storiche ed artistiche ma anche in quelle naturali' ( le montagne più imponenti del mondo) e soprattutto nella sua popolazione.Case distrutte, villaggi rasi al suolo, circa 2 milioni di bambini senza famiglia, migliaia di morti.
In occasione di un viaggio sul tetto del mondo circa 13 anni fa, ( mi sono accontentata di salire a 3.600 metri di altitudine), ho avuto modo di conoscere un pochino questo popolo, la sua gentilezza ,la sua apertura verso gli altri per quanto rimanga molto legato alle sue tradizioni. I nepalesi sorridono,  e salutano con riverenza: Namaste ! dal sanscrito " mi inchino a te" e' il loro modo di rivolgersi all'altro congiungendo le mani.
E' in quel viaggio che ho conosciuto Dawa con il quale ho mantenuto un contatto epistolare di anni.
Lui e' nato a Sindhuli un villaggio che è stato distrutto dal terremoto e nel quale circa 1850 famiglie ,compresa la sua ,hanno perso la casa. Inoltre lui lavorava come accompagnatore di gruppi in montagna e penso che ora e chissà per quanto tempo, difficilmente avrà gruppi che vorranno e potranno andare a scoprire questo paese bellissimo.
Ricordo la durezza delle camminate in salita.Il Nepal e' ripido e l'acido lattico irrigidisce le gambe se non sei ben allenato , proprio per via della rapidità . Ricordo le donne, anche anziane, che salivano e scendevano dai villaggi con le sporte di giunchi sulle spalle,nelle quali portavano cibarie o pentole da far aggiustare; oppure i bambini che correvano a scuola con l'agilità di gazzelle. 

Ora Dawa e' senza casa.
Lui non chiede.
A me e' sembrato doveroso far qualcosa. Inizierà una raccolta fondi tra studenti e personale del “Martini". Chiunque però volesse far qualcosa, anche donare un piccolissimo aiuto, sappia che per loro può essere un grande aiuto.
Potrete contattare me: Prof.ssa Rosamaria Maggio
Mi farò carico di raccogliere e spedire i fondi e di darvene conto tramite questo sito , nonché di documentare le notizie che mi verranno inviate man mano che sarà ricostruito qualcosa col nostro aiuto.
Namaste a tutti!